Monterosso e Albenga gemellate, l’entusiasmo degli emigrati (VIDEO)

Il sindaco Antonio Lampasi ha invitato ufficialmente il primo cittadino Tomatis e gli emigrati alla “Giornata del monterossino”

Una gande accoglienza a Leca di Albenga  per il sindaco, i consiglieri e i cittadini di Monterosso Calabro. I rappresentanti dell’Amministrazione comunale si sono recati, infatti, nella frazione della cittadina ligure, principale meta migratoria dei monterossini negli anni ’50, per celebrare insieme ai loro conterranei emigrati la ricorrenza invernale della Madonna del Soccorso, patrona di Monterosso Calabro. La festa, infatti, non esprime solo la fede religiosa alla Vergine, ma è da sempre emblema di appartenenza comunitaria per i cittadini del piccolo borgo del Vibonese.

La cerimonia, svoltasi presso la chiesa “Nostra Signora dell’Assunta”, è stata officiata da don Tiziano, parroco di Albenga, e ha visto una grande partecipazione. Al termine della celebrazione il primo cittadino di Monterosso, Antonio Giacomo Lampasi, ha rivolto l’invito ufficiale al primo cittadino di Albenga, Riccardo Tomatis, e agli emigrati monterossini per programmare un viaggio in paese in occasione della festa patronale estiva, il primo sabato di luglio: la data indicherà, dal 2022, oltre alla festa del Soccorso, anche la “Giornata del Monterossino”, che l’Amministrazione ha fortemente voluto istituire per mantenere saldo il legame con i propri emigrati.