Violenta e deruba una escort: arrestato ventiseienne

Dopo lo stupro le avrebbe sottratto circa 250 euro custoditi in un cappotto, per poi darsi alla fuga

A distanza di circa un mese dai fatti, un ventiseienne di Cosenza è stato arrestato dagli agenti della Questura di Cosenza per violenza sessuale pluriaggravata e rapina ai danni di una escort. L’episodio è avvenuto il 26 ottobre scorso, ed è stata la stessa donna a recarsi dagli agenti per denunciare quanto accaduto.

Secondo quanto ricostruito, l’uomo – già noto alle forze dell’ordine per precedenti contro il patrimonio e la persona – aveva contattato l’escort su un sito di incontri, e si era recato presso un B&B indicato dalla stessa. Questa però, alla richiesta di una prestazione sessuale senza protezioni, si è rifiutata ed ha chiesto al soggetto di riprendere il suo denaro ed andar via. Di tutta risposta, l’uomo avrebbe dato in escandescenza, iniziando a colpire la malcapitata con calci e pugni, fino a sottometterla e violentarla. Dopodichè, le avrebbe sottratto circa 250 euro custoditi in un cappotto, per poi darsi alla fuga.

Le indicazioni fornite dalla donna, cittadina romena, assieme alle attività investigative svolte grazie ai tabulati telefonici ed alle telecamere di videosorveglianza, hanno permesso di risalire al soggetto fino ad identificarlo. Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari.