Violenza sulle donne, i nomi delle vittime sul monumento del Cavatore

Inseriti in un manifesto sulla facciata della nota scultura di Catanzaro. L’assessore: “Sensibilizzazione, prevenzione e rete le parole chiave”

“Un grande manifesto sulla facciata del Cavatore per lanciare, nella giornata del 25 novembre, un messaggio condiviso dall’Amministrazione comunale e dalle realtà del territorio impegnate nella prevenzione e nel contrasto al drammatico fenomeno della violenza sulle donne”. Lo afferma l’assessore alle politiche sociali del Comune di Catanzaro Rosario Lostumbo.

“Un’iniziativa – prosegue – che, nel ricordare le vittime della violenza sulle donne, si inserisce anche nel contesto delle manifestazioni promosse a livello nazionale attraverso l’hashtag #nonunadimeno. Abbiamo voluto ricordare, attraverso il manifesto, i nomi delle donne uccise per mano di coloro i quali professavano amore nei loro confronti, in un anno ancora non concluso, ma già macchiato di rosso“.

“È il primo, significativo, passo che l’assessorato alle politiche sociali ha voluto fare nell’ambito della collaborazione avviata con i Centri antiviolenza del territorio provinciale e le loro referenti, che ringrazio per l’impegno e l’attenzione: Isolina Mantelli, Mondo Rosa; Maria Grazia Muri, Astarte; Stefania Figliuzzi, Attivamente coinvolte; Monica Riccio, Centro aiuto donna. È importante lavorare in modo attivo e concreto in questa battaglia che può essere fronteggiata solo attivando percorsi congiunti, garantendo vicinanza e supporto alle donne che necessitano di affrontare il difficile percorso di uscita dalla violenza. Sensibilizzazione, prevenzione e rete – conclude Lostumbo – costituiscono le parole chiave che non possono restare isolate nella data del 25 novembre, ma che devono diventare obiettivi quotidiani nel lavoro tra pubblica amministrazione e privato sociale”.