Variante Omicron Covid, lo studio: una versione è ‘invisibile’ al tampone

Aumentano i casi della mutazione in Europa e Italia. Timori nel Regno Unito: altri 101 casi. Pfizer: “Si diffonde rapidamente. Sarà in miliardi di persone e potrebbe verificarsi un’altra mutazione”

Stanno aumentando in Europa i casi di variante Omicron, la nuova mutazione del Covid scoperta in Sudafrica. Ma a un ritmo più lento, almeno in Italia, rispetto a quanto si temeva inizialmente data l’alta contagiosità e i numeri che arrivano dal Sudafrica dove i contagi sono quadruplicati in pochi giorni. Gli esperti però sono d’accordo: la mutazione, al momento presente in oltre 40 Paesi, si espanderà presto. “Non credo che sia una buona notizia avere qualcosa che si diffonde velocemente” ha detto Albert Bourla, ceo di Pfizer, al Wall Street Journal. “Si diffonde rapidamente e ciò significa che sarà in miliardi di persone e potrebbe verificarsi un’altra mutazione. Questo non lo vorremmo”, ha spiegato il Bourla che ha dichiarato di aspettarsi che il numero di casi confermati di Omicron aumenterà da dozzine a milioni nelle prossime settimane. Preoccupa soprattutto uno studio riportato dal ‘Guardian’ secondo cui una versione della nuova mutazione non viene rilevata neanche dal tampone molecolare.

CONTINUA A LEGGERE QUI