Anziano ucciso con la motosega, preso il presunto killer

Avrebbe un nome e un volto l’assassino di Pierantonio Secondi, l’anziano di 82 anni ucciso ieri sera nel suo appartamento al settimo piano di un condominio di via Giulio Romano, in zona Porta Romana. I carabinieri hanno rintracciato l’uomo all’interno di una farmacia di Melegnano in cui lavora. Il presunto omicida è stato poi posto sotto interrogatorio dal pubblico ministero Elio Ramondini. L’efferato delitto è stato scoperto nella serata di ieri, lunedì 6 dicembre, poco dopo le 21 dalle forze dell’ordine che erano state allertate dai vicini di casa. Alcuni di loro, infatti, erano stati messi in allarme dai rumori sospetti e anche dalla presenza di fumo. Che, si è scoperto dopo, sarebbe derivato dall’utilizzo della motosega sull’acciaio della porta dell’appartamento. L’assassino, infatti, avrebbe utilizzato una motosega – l’arnese è stato poi trovato sul pavimento dell’appartamento dagli investigatori insieme a due coltelli da cucina, tutti e tre gli strumenti sarebbero stati usati anche per colpire a morte l’anziano – per forare la porta dell’appartamento ed entrare in casa. Una volta trovatosi davanti l’82enne, il killer lo avrebbe poi assalito colpendolo a morte.

CONTINUA A LEGGERE QUI