Pd Vibo, niente candidature “unitarie”: corsa a due per segretario cittadino e provinciale

Sono due i candidati per ogni ruolo. I congressi provinciali e di circolo sono stati fissati per i giorni 18, 19 e 20 febbraio

Alcuni esponenti del Partito Democratico di Vibo Valentia, parlando di “opportunità di condividere scelte e percorsi unitari”, hanno lanciato ieri la candidatura di Giovanni Di Bartolo e di Claudia Gioia rispettivamente come nuovo segretario provinciale e cittadino (ne abbiamo parlato QUI). Una parte del partito però, non condividendo la scelta, ha proposto altri nomi: si tratta di Francesco Colelli, che punta a riconfermarsi nel ruolo di segretario cittadino, e di Sergio Rizzo come nuova guida provinciale. Nel pomeriggio di oggi le quattro candidature sono state presentate ufficialmente.

I congressi provinciali e di circolo, dopo una proroga, sono stati fissati per i giorni 18, 19 e 20 febbraio. In quelle date, dunque, i tesserati dem andranno al voto. La scadenza per la presentazione delle liste per l’assemblea provinciale e dei direttivi di circolo è stata fissata invece per l’11 febbraio alle ore 20.00.

Le dichiarazioni dei candidati

Giovanni Di Bartolo, giovane candidato alla segreteria provinciale, ha dichiarato: “Ogni progetto politico ha i suoi interpreti, ma i volti nuovi servono a poco se manca metodo, radicamento e organizzazione dell’attività politica. Assumo questo impegno con responsabilità e umiltà, consapevole del lavoro che abbiamo davanti e su cui è necessario coinvolgere tutti. Il percorso di rigenerazione della comunità democratica andrà avanti con un progetto chiaro, con un gruppo di dirigenti e amministratori autorevoli, costruendo un’agenda di impegni e obiettivi per il territorio”.

L’altro candidato alla segreteria provinciale è Sergio Rizzo: “La mia è una scelta di campo – ha spiegato Rizzo – per garantire quello che è un dialogo democratico all’interno del congresso, dove anime diverse hanno la possibilità di confrontarsi. In questo modo si dà la possibilità ai tesserati del Pd di scegliere la guida che meglio li rappresenta, auspicando una dialettica congressuale basata sui programmi e sulle azioni da intraprendere. Siamo convinti che il Pd debba ripartire dai territori per riprendere il ruolo che meglio gli appartiene”.

“La mia candidatura alla segreteria cittadina di Vibo – ha detto invece Claudia Gioia – rappresenta un atto di servizio nei riguardi del partito e della comunità vibonese. Metterò a disposizione il mio entusiasmo e la mia passione politica per costruire un partito che sappia interpretare i bisogni dei cittadini che oggi vivono in una città che presenta problemi che incidono sulla qualità della vita. Mi adopererò con ogni forza per aprire il partito alla società civile, alle associazioni, ai sindacati, affinché la nostra comunità possa essere la più rappresentativa possibile. Voglio ringraziare i dirigenti ed i rappresentanti istituzionali del partito che hanno riposto in me la loro fiducia, insieme a loro mi auguro di costruire un PD che sappia essere speranza di cambiamento in una terra così difficile”.

Parla di candidatura “in continuità con il lavoro svolto finora” l’attuale coordinatore cittadino Francesco Colelli, che aggiunge: “La mia candidatura andrà a creare un congresso reale, distante dalla logica dei candidati unici, che potrà dare voce alle varie sensibilità del partito cittadino. L’obiettivo è quello di costruire un partito forte, e alternativo nei modi, in una città dove il centrodestra continua a vincere da troppi anni”.

Pd Calabria, congresso regionale: ecco tutti i candidati (NOMI)