Vibo, “albero della legalità” davanti alla Cisl: “Simbolo di rinascita” (VIDEO)

La decisione dopo l’atto di vandalismo alla scuola Don Bosco: “Bisogna dare un segnale forte”. La dirigente Cacciatore: “Creato un effetto boomerang”

La Cisl di Vibo Valentia ha posto questo pomeriggio, all’ingresso della propria sede, la “pianta d’ulivo della legalità“. Si tratta di un segno di solidarietà alla scuola Don Bosco – guidata dalla dirigente scolastica Mimma Cacciatore – dove alcuni vandali hanno tranciato l’albero piantato lo scorso 23 novembre (ne abbiamo parlato QUI). Presente per il sindacato anche il segretario Generale della Ust Magna Grecia Salvatore Mancuso, che ai nostri microfoni ha dichiarato: “Quello che è accaduto poche settimane fa è assolutamente deplorevole, bisogna dare un segnale forte a chi fa questi gesti. Noi alla risposta di istituzioni e associazioni aggiungiamo anche un simbolo: un albero della legalità, un ulivo che è un albero molto forte e resistente che rappresenta la pace, davanti alla nostra sede”.

“Sono rimasta profondamente colpita e veramente contenta di questa iniziativa promossa dalla Cisl. È un simbolo di rinascita. La legalità – ha detto la dirigente Mimma Cacciatoremette radici attraverso questo albero. Diciamo che chi ha fatto questo gesto che ha scosso la comunità ha creato un effetto boomerang: ha scosso così tanto la società civile da far dire ‘uno, cento, mille, diecimila alberi… faremo un bosco di simboli'”.

‘Ndrangheta nel Vibonese, Falvo: “Saranno i bambini a sconfiggere la mafia” (VIDEO)