Coronavirus a Vibo, arriva l’esercito: farà tamponi gratis per gli studenti

Lo ha dichiarato il commissario dell’Asp al gruppo consiliare di Forza Italia e al sindaco Limardo: “Previsti circa 150 test al giorno”

Si è tenuto nella tarda mattinata di ieri l’incontro, richiesto dal gruppo consiliare di Forza Italia del Comune di Vibo Valentia, con il commissario dell’Asp Maria Bernardi. Accompagnati dal sindaco della città, Maria Limardo, e dal consigliere regionale nonché presidente della commissione Sanità Michele Comito, sono stati affrontati diversi temi, primo tra tutti la necessità di intervenire in maniera più incisiva circa lo screening e la vaccinazione, soprattutto per i ragazzi che da lunedì riprenderanno le lezioni in presenza.

“Alta è stata l’attenzione da parte della dottoressa Bernardi – si legge in una nota – la quale ci ha assicurato che da lunedì, coadiuvati dall’esercito, sarà disponibile un’unità mobile che si unirà alle altre postazioni, già presenti sul territorio provinciale, per effettuare tamponi gratuitamente a tutti i ragazzi che lo richiederanno, sono previsti circa 150 tamponi al giorno“. I consiglieri di Forza Italia hanno sottolineato l’importanza di garantire, per quanto possibile una ripartenza sicura, consapevoli del fatto che la scuola è l’ultimo presidio che dev’essere penalizzato dagli effetti di questa pandemia.

“I nostri ragazzi – hanno dichirato – hanno già pagato caro le conseguenze del primo lockdown e non possiamo più permetterci di rischiare un’ulteriore chiusura della scuola. Ne va della loro crescita. Abbiamo manifestato la necessità di andare incontro, soprattutto alle fasce più deboli, circa l’effettuazione dei tamponi gratuiti, evidenziando che spesso le famiglie non possono permettersi di spendere settimanalmente decine e decine di euro per i tamponi e che, pertanto, dovremmo andare incontro a chi legittimamente ne farà richiesta. Anche in tal senso siamo stati rassicurati, che da parte dell’Asp, ci sarà massima disponibilità anche perché si ritiene importante, al fine di limitare i contagi, uno screening in larga scala, affinchè si frenino le possibilità di far circolare i positivi, inconsapevoli di esserlo”.

I consiglieri hanno ribadito la necessità di portare avanti la realizzazione del Poliambulatorio o Casa della Salute a Vibo Marina, problematica più volte affrontata e sottoposta all’attenzione del commissario anche da parte del sindaco della città. “Anche su questo la dottoressa Bernardi – concludono i consiglieri – ci ha rassicurato sulla fattibilità dell’intervento ed ha dichiarato che sarà sua intenzione portarlo a compimento”.