Vibo senz’acqua, guasto risolto: “Mai visto un dissesto così” (VIDEO)

L’ingegnere De Marco (Sorical): “Gli operai hanno saldato sotto la pioggia fino alle undici di sera, e lo hanno fatto perchè hanno un grande senso del servizio pubblico”

“Devo dire la verità un dissesto così importante, da 16 anni che faccio questo mestiere, non l’avevo mai visto. Abbiamo avuto altri dissesti importanti ma così tanta devastazione in un solo luogo no, non l’avevo mai vista”. L’ingegnere Sergio De Marco, direttore dell’Area operativa della Sorical (società di risorse idriche calabresi, ndr), commenta così ai nostri microfoni la frana nelle Serre vibonesi che ha portato – ormai da una settimana – a una storica interruzione idrica nella città di Vibo Valentia e in diversi comuni della provincia.


Nella giornata di ieri siamo andati a vedere con i nostri occhi i lavori che procedono ormai da giorni “con gli operai che saldavano sotto la pioggia fino alle undici di sera, e lo hanno fatto perchè hanno un grande senso del servizio pubblico: sanno di svolgere un mestiere veramente essenziale“. Il lavoro, anche se in ritardo rispetto alla tabella di marcia a causa del maltempo, ha comunque dato i suoi frutti: ieri il guasto è stato risolto e l’acqua ha iniziato ad arrivare nei serbatoi comunali. Entro 48 ore, massimo 72, la situazione dovrebbe quindi rientrare nella normalità.


Al lavoro, ci spiega l’ingegnere De Marco, ci sono “4 escavatori da 400 quintali l’uno, quindi della taglia più grande che c’è, che adesso, dopo aver riposizionato i tubi, stanno portando il calcestruzzo per i blocchi di ancoraggio che devono tenere i tubi fermi su questo pendio che è veramente spaventoso visto da vicino”.

“La pioggia ci ha rallentato ma comunque – aggiunge – abbiamo dato massima priorità al tubo che arriva a Vibo rispetto a quello che va a Gioia Tauro, perchè nel Vibonese la situazione è molto più difficile”. Una scelta discrezionale, magari “politica”? Non proprio: “L’acquedotto Alaco è l’unico che rifornisce la città di Vibo Valentia e tutti i comuni delle Serre vibonesi, quindi fermato l’Alaco tutta una serie di comuni hanno rifornimento d’acqua pari a zero. La linea che va verso la Piana di Gioia Tauro è un acquedotto ‘integrativo’ che lavora insieme ad altri schemi idrici. Quindi dare priorità a Vibo Valentia – conclude De Marco – è stato semplicemente un atto tecnicamente dovuto e indiscutibile“.

Emergenza idrica nel Vibonese: “Acqua nelle case tra 48 o 72 ore”